Amicizia tra docenti e studenti, il Ministro la “boccia”

Docenti e studenti? Tra di loro può esservi un buon rapporto, costruttivo e di confronto, ma mai dimenticare la divergenza di ruoli. Tanto che – secondo quanto afferma il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, in un’intervista a In Blu Radio, il rapporto di amicizia tra gli studenti e i professori è da ritenersi come “totalmente inopportuno”. Una dichiarazione forte, che il Ministro Fedeli accompagna poi con la precisazione di essere stata molto “severa e netta”, tanto che – ha poi aggiunto – per chi supera il limite si potrebbe aprire lo scenario del “licenziamento”.

Insomma, facendo leva sul particolare e peculiare ruolo dei docenti, il Ministro non sembra poter e voler ammettere una relazione più amichevole.

“La responsabilità dei docenti è enorme e va sostenuta e riconosciuta. È una delle professionalità più significative. Devono avere un insieme delle regole morali impeccabile. I docenti devono sapere che il loro rapporto con i ragazzi, essendo loro adulti e i giovani dei minori, deve avere un limite. Non devono mai superare il limite dell’esercizio di libertà educativa nella didattica perché c’è il rischio che nascano determinati atteggiamenti che possono essere utilizzati, in alcuni casi, a fini diversi” – ha infatti detto la Fedeli.

Non solo. Il Ministro ha anticipato dei comportamenti piuttosto “duri” nei confronti di quei docenti che non rispettano i limiti di rapporto e di distanza con gli studenti. “La larga maggioranza dei docenti è assolutamente consapevole della propria funzione. E dove questo non avviene bisogna essere molto duri: procedimento, verifica, licenziamento. Il docente ha un enorme potere d’influenza sui ragazzi, per questo deve essere consapevole del limite nel rapporto con gli studenti” – ha precisato ancora il Ministro.

E voi che cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Siete d’accordo con questa presa di posizione o ritenete che possa esservi una franca amicizia tra studenti e prof.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi