Consigli per studiare fisica

La fisica non è certo una delle materie più semplici e abbordabili e… proprio per questo può a volte essere utile prendere la giusta dimestichezza con alcuni suggerimenti. Per esempio, studiare ogni giorno!  Studiare un’ora al giorno per sette giorni vale molto di più che studiare sette ore in un giorno.   Ci vuole tempo per il proprio cervello per assorbire ed elaborare i concetti, ed è meglio dunque approcciare una formazione graduale.

Ricordate poi di non limitare il materiale didattico. Se non vi piace il vostro libro di testo, andate in biblioteca o fate una ricerca online e prendete un altro libro. Ci sono un sacco di libri di testo che coprono gli argomenti del vostro programma di studio, e non c’è niente di male che arricchire il proprio materiale con nuovi libri. Vi suggeriamo poi di leggere sempre gli argomenti delle lezioni prima di entrare in classe: se si entra in classe senza sapere cosa verrà discusso, sarete già in ritardo!

In classe, state attenti e non cedete alle distrazioni. Partecipate attivamente: confrontatevi con i vostri vicini di banco e scrivete le domande che farete a lezione: se non volete o potete farle in diretta al docente, potete poi cercare delle spiegazioni in un secondo momento o confrontarvi con il docente dopo la lezione.

In tal proposito, ricordatevi che è molto utile lavorare in gruppo. Se pensate di capire come risolvere un problema, cercate di spiegarlo all’amico con cui state studiando.: se non riuscite a spiegarlo, allora probabilmente non lo state capendo bene come pensate!

Un altro ottimo modo per imparare le tecniche di problem solving è quello di vedere come i problemi sono stati risolti negli esami passati, o magari approfondire ciò nei libri di testo, che di norma hanno dei problemi / soluzioni in alcune parti del testo. Questo vi costringerà a pensare a come affrontare il problema prima di vedere la soluzione.

Infine, domandate aiuto!  Spesso vi capiterà di sbattere la testa contro il muro per ore e ore cercando di risolvere un problema difficile. Ricordate che è buona abitudine farlo e impegnarsi, ma che comunque docenti e collaboratori sono lì per aiutarvi. Il loro aiuto sarà naturalmente molto più efficiente quanto più si arriverà all’appuntamento con domande concise. Questo significa che dovreste provare i problemi da soli, fare uno sforzo intenso, e poi entrare e porre domande specifiche. Se non avete nemmeno provato a risolvere i problemi, non otterrete l’aiuto sperato nei termini utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi