Università Torino, per le immatricolazioni c’è tempo fino al 5 ottobre

Prende il via l’iter delle immatricolazioni nelle Università italiane: c’è tempo fino al 5 ottobre per poter presentare la propria domanda all’ateneo interessato. Dallo scorso 1 settembre, e per più di un mese, è dunque disponibile sul portale dell’ateneo piemontese link per poter procedere alla compilazione della propria domanda – rigorosamente online – utile per potersi iscriversi ai corsi di laurea ad accesso libero.

Da oggi inizieranno inoltre anche i test d’ingresso per i corsi di “Viticoltura ed enologia” e di “Tecnologie Alimentari” al campus di Agraria a Grugliasco, mentre martedì ci sarà la prova per Medicina e Odontoiatria, tra Palazzo Nuovo e il Campus Einaudi di Lungodora Siena. Ancora, è prevista per domani, martedì 5 settembre, la prova di Conservazione e di restauro dei beni culturali, mentre il 7 settembre sono in programma Biotecnologie, Ottica e Scienze Motorie. Ulteriormente, stando al calendario prospettato dall’ateneo, per l’8 settembre sono in programma gli appuntamenti che interesseranno tutti coloro che hanno intenzione di iscriversi a Scienze Biologiche, mentre il 12 settembre è in programma l’evento per chi vuole iscriversi a Scienze dell’Educazione e infine il 13 settembre è in pianificazione l’appuntamento per le altre professioni sanitarie.

È stato inoltre precisato, con l’occasione, che anche gli immatricolandi che hanno scelto di partecipare ai corsi universitari liberi, dovranno comunque cimentarsi con il Tarm, il test di accertamento dei requisiti minimi, che in alcuni corsi è vincolante per potersi immatricolare.

Tra gli altri requisiti utili per potersi regolarmente immatricolazione, ricordiamo anche la necessità di dover procedere con il previsto pagamento della prima rata delle tasse universitarie, che è fissata in scadenza per il 5 ottobre (anche per gli studenti degli anni successivi), la stessa data – non è ovviamente casuale – della scadenza della presentazione online delle domande di immatricolazione. Dal sito internet dell’ateneo spiegano che “l versamento effettuato oltre tale data è gravato dal pagamento della prevista indennità di mora” e che “il pagamento della tassa costituisce iscrizione al nuovo anno accademico”.

Vedremo dunque come andrà il calendario dei vari appuntamenti e delle varie scadenze nel corso delle prossime settimane, e quali saranno i livelli di immatricolazione che sono stati conseguiti da uno degli atenei più importanti d’Italia, che sta pianificando e auspicando una buona annata per quanto concerne l’interesse che le matricole stanno formulando nei confronti dei corsi che sono stati organizzati all’interno delle proprie strutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi