Buone Università a basso prezzo, ecco dove trovarle

Siete alla ricerca di nuove Università di qualità ma con rette molto competitive, sappiate che non dovrete percorrere troppi chilometri: il punto di riferimento degli studenti universitari internazionali che vogliono disporre della migliore Università per rapporto tra qualità e prezzo è infatti Pisa, dove potete trovare la Scuola Sant’Anna e la Normale, che non solamente sono dei riconosciuti centri di eccellenza internazionale, ma sono altresì gli atenei di qualità meno cari d’Europa, piazzandosi ai vertici della lista dei luoghi migliori e più convenienti dove studiare, prima delle università tedesche.

Insomma, secondo quanto affermano i calcoli effettuati dalla società di cambio inglese FairFX, la Scuola Normale e la Scuola Sant’Anna sono state giudicate le due istituzioni d’eccellenza più convenienti. Peraltro, i due atenei italiani sono gli unici interamente gratuiti, con gli allievi ammessi che non pagano nessuna retta e non devono spendere per vitto e alloggio. Insomma, sono atenei in cui, finalmente, si premia in maniera integrale il merito dei propri studenti. Una rarità, si potrà ben dire.

Per quanto concerne la top ten, le altre 8 università più economiche in Europa sono tutte tedesche: nell’ordine Technische Universität Dresden, Free University of Berlin, University of Göttingen, University of Würzburg, RWTH Aachen University, Heidelberg University, University of Mannheim, University of Freiburg.

In questa ricca platea di istituti tedeschi, i costi delle tasse universitarie sono abbastanza bassi, con le rette di iscrizione che variano dai 300 ai 600 euro. Tuttavia, a far lievitare il costo finale è la spesa della vita nelle città universitarie, che contribuisce a rivedere il conto finale dai 5mila ai 7mila euro l’anno.

Di contro, nella classifica delle dieci università più care d’Europa, si trovano solo istituti inglesi. La più onerosa per le tasche delle famiglie è la Ucl (University College di Londra) con quasi 30mila euro di spese l’anno. Lo studio ha altresì assunto in esame le Università europee che costano di più per gli studenti non comunitari: la prima è il Karolinska institute di Stoccolma, con costi praticamente triplicati, da circa 8mila euro a oltre 26mila euro. L’istituto svedese è poi seguito da due atenei olandesi (quello di Maastricht e di Wageningen).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi