Affittare casa agli studenti? Un business milionario…

books-1012088_960_720Stando a quanto afferma Uniplaces, portale internazionale di annunci, affittare casa ai circa 55mila studenti stranieri che ogni anno scelgono l’Italia, alimenta un business di almeno 15 milioni di euro ai proprietari di immobili. Un business dunque rilevante, che potrebbe però diventare molto più significativo (aumentando anche di tre volte) immettendo in questo mercato i migliaia di locali sfitti sparsi per le principali città italiane.

Il dato sui ricavi complessivi – sul quale si è soffermato un approfondimento condotto dall’inserto immobiliare de Il Sole 24 Ore – si limita alle prime 5 sedi universitarie per arrivi di stranieri (Roma, Milano, Bologna, Torino e Firenze) ed è calcolato moltiplicando questi numeri per il costo medio di un affitto in camera singola rintracciabile sul portale. Ne deriva, altresì, che la stima sopra citata è sicuramente inferiore a quello che – in realtà – è il controvalore determinato sul territorio italiano.

Non mancano inoltre le divergenze tra città e città. Qualche esempio? A Roma una camera singola costa mediamente 433 euro al mese, che rapportati ai circa 12mila studenti stranieri genera un guadagno di 5,2 milioni. È simile il dato di Milano, dove una camera sfiora i 500 euro al mese, mentre Torino accoglie circa 5mila studenti ma è sicuramente meno cara (circa 417 euro al mese).

“Il numero di arrivi è in crescita costante. E gli studenti stranieri, al contrario di quanto si possa pensare, sono il tipo di inquilino ideale – ragiona Luca Verginella, marketing manager di Uniplaces per l’Italia sulle pagine del quotidiano – Dispongono di una capacità di spesa generalmente alta, sostenuta dai genitori, e soggiornano per periodi medio lunghi dando quindi una continuità di reddito”.

In aggiunta a quanto sopra, la società ha stimato il potenziale di ricavi nelle due piazze maggiori, Roma e Milano, ipotizzando di mettere sul mercato i circa 12mila alloggi sfitti presenti (il quotidiano Il Sole 24 Ore ricorda che la stima di tale ammontare è stata effettuata da Scenari Immobiliari). Ebbene, moltiplicando il numero per l’affitto medio di un trilocale con due camere singole, si otterrebbe 6,2 milioni di euro di guadagni aggiuntivi nella sola Roma (dove l’affitto di un trilocale di quel tipo rende in media 860 euro al mese, e dove gli spazi vuoti sono 7.200) e 12 milioni di euro di guadagno extra a Milano (dove sono 6.500 gli alloggi sfitti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi