Perché abbiamo la tendenza a procrastinare?

Ciò che causa la procrastinazione per molte persone è una semplice incapacità di scegliere. Scegliere cosa, però? La risposta è semplice: le tue priorità. I tuoi obiettivi. Eppure, per quanto sia necessario questo concetto, molte persone hanno un tempo tremendamente difficile quando si tratta di scegliere le loro priorità e stabilire obiettivi chiari.

Il motivo per cui questo è il caso di molte persone si riduce a una serie di fattori. Siamo tutti diversi, abbiamo geni diversi, un’educazione diversa e proveniamo da ambienti diversi. Per illustrare come questa difficoltà di scelta può portare alla procrastinazione, immaginiamo che tre amici, Adam, Bob e Carl, siano andati tutti a cena in un ristorante a buffet. È il più grande ristorante a buffet della città, e ci sono centinaia di opzioni tra cui scegliere. Adam sa già che ha voglia di frutti di mare, quindi si dirige direttamente al banco del pesce e dei frutti di mare e riempie il suo piatto. Torna al tavolo in pochi minuti e si abbuffa subito.

Bob si prende un po’ più di tempo per esaminare l’offerta. Ha una vaga idea di volere qualcosa di arrosto. Cammina per un po’ e gli ci vuole un buon quarto d’ora per trovare la giusta combinazione di arrosti, ma alla fine anche lui torna al tavolo. Carl, invece, non ha idea di cosa vuole. La grande varietà di piatti offerti sembra troppo grande da comprendere. Vaga lungo i tavoli del buffet, incapace di fare una scelta. Poiché ha così tante opzioni, ha paura di mettere anche solo una porzione di un piatto nel suo piatto, nel caso in cui si imbatta in qualcosa che preferirebbe avere. Cammina senza meta per più di un’ora, preferendo guardare ogni singolo piatto e deliberare sui meriti di ciascuno, e quando finalmente si stabilisce su qualcosa, Adam è già andato a casa da un pezzo, e Bob sta uscendo.

Mentre alcuni di noi sono come Adam, e alcuni sono come Bob, molti di noi sono come Carl. Di fronte a una serie apparentemente infinita di possibilità future, un’enorme varietà di sentieri che potremmo percorrere, ci sentiamo sopraffatti e non possiamo scegliere. Invece, aspettiamo che la vita ci dia magicamente una risposta, e mentre aspettiamo, cosa facciamo? Procrastiniamo, naturalmente.

Prendere grandi decisioni e scegliere una cosa quando ci sono così tante possibilità aperte può essere straordinariamente difficile. Questo è il motivo per cui dobbiamo davvero pensare molto bene alle nostre priorità e allineare i nostri valori fondamentali con i nostri obiettivi e priorità. Molti di noi vanno alla deriva nella vita come Carl che vaga tra i tavoli del buffet. Se non hai mai pensato veramente a costruire una vita strutturata intorno ai tuoi valori fondamentali, alle tue priorità e al raggiungimento di obiettivi chiari, allora può essere difficile smettere di perdere tempo e procrastinare. Una volta che avrai sistemato queste cose, però, fare delle scelte diventerà più facile.

Le cose che facciamo per la gratificazione immediata

Ho accennato a quanto possa essere difficile scegliere il guadagno a lungo termine rispetto al piacere a breve termine, anche quando capiamo a un certo livello che queste scelte a breve termine ci fanno male. Ma cosa significa gratificazione istantanea?

Gratificazione istantanea significa scegliere un piacere a breve termine, di solito immediato, piuttosto che un’azione, di solito meno soddisfacente in termini di piacere sensoriale, che ci porterebbe benefici a lungo termine. Quest’ultima opzione – scegliere l’opzione a lungo termine meno desiderabile ma più sana o benefica – è l’opposto della gratificazione istantanea ed è conosciuta come gratificazione ritardata. Esempi di gratificazione istantanea rispetto alla gratificazione ritardata sarebbero la scelta di mangiare una barretta di cioccolato piuttosto che preparare un pasto a base di verdure sane, o di scegliere di vegetare sul divano e giocare ai videogiochi per ore invece di allenarsi, o di scegliere di scorrere i feed dei social media sul telefono invece di studiare o leggere un libro.

Ma perché siamo così inclini a scegliere la gratificazione istantanea invece della gratificazione ritardata? Una gran parte di questo è cablato nella nostra biologia attraverso l’evoluzione. Per milioni di anni siamo sopravvissuti in ambienti selvaggi ostili, in cui potevamo essere uccisi da grandi predatori o semplicemente morire di fame, scegliendo il piacere sensoriale immediato. Se eravate un umano preistorico e stavate vagando per la savana e vi siete imbattuti in un cespuglio pieno di bacche mature, sarebbe stato più saggio riempirsi immediatamente la pancia con il maggior numero possibile di quelle bacche, perché non avevi mezzi per conservarle (non si sarebbero conservate molto velocemente con il caldo), e probabilmente non avresti avuto idea di quando ti saresti imbattuti di nuovo in una tale delizia, o in qualsiasi altro cibo per quella materia.

Anche se non viviamo più in ambienti selvaggi e pericolosi, siamo ancora biologicamente uguali agli esseri umani di decine di migliaia di anni fa, e possediamo ancora gli stessi istinti.

Considerando quanto siano potenti questi impulsi, poiché sono radicati in comportamenti che avrebbero significato la differenza tra vivere e morire qualche migliaio di anni fa, possono essere difficili da superare. Impegnativo, sì, ma non impossibile.

Ricorda, abbiamo altri istinti molto potenti radicati nel comportamento di sopravvivenza, ma siamo in grado di resistere a quelli in misura non indifferente. Nessuno di noi può negare di essere occasionalmente attratto sessualmente da persone diverse dal nostro partner, e a volte questi impulsi possono essere potenti. La maggior parte di noi è in grado di resistere a questi impulsi, però, perché cedervi significherebbe la distruzione delle nostre relazioni.

Perché resistiamo a questi particolari impulsi, anche quando sono rigidi? Perché sappiamo che agendo su tali impulsi faremo del male a qualcuno che ci è vicino. Quando prendiamo questa comprensione – che agire su un impulso di gratificazione istantanea danneggerà qualcuno (noi stessi) – e la applichiamo ad altre aree della nostra vita, pensando consapevolmente ad ogni scelta che facciamo, possiamo iniziare a rafforzare la nostra forza di volontà e la disciplina quando si tratta di gratificazione istantanea, e fare scelte più in linea con il principio della gratificazione ritardata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi