Consigli per studiare medicina

Ogni studente di medicina ha la propria strategia di studio, quando si tratta di organizzare il volume di materiale didattico da fronteggiare, ora per ora, giorno per giorno. Generalmente, il materiale didattico che viene richiesto a medicina è molto più difficile di molti corsi di laurea, pur impegnativi, poiché richiede un apprendimento più attivo, che a sua volta implica il dover prendere decisioni su “cosa è più importante” e su “dove si inserisce nel quadro più ampio”. L’apprendimento passivo, d’altra parte, comporta la lettura di pagine di testo o la lettura di note nella speranza di assorbire le informazioni più velocemente. Cambiare le proprie abitudini di studio non è facile; tuttavia, il principio fondamentale dello studio efficiente in medicina è certamente l’apprendimento attivo.

Detto ciò, possiamo altresì riepilogare che ci sono quattro processi attivi di studio, che possono essere utilizzati in qualsiasi modello di studio attivo, comprendendo l’identificazione delle informazioni importanti: il primo passo, insomma, consiste nel rispondere all’eterna domanda “qual è la cosa più importante”?.

Successivamente, si passa al dover organizzare le informazioni, creando un quadro di riferimento che facilita la memorizzazione. Quindi, si passa a memorizzare le informazioni, effettuando una frequente revisione delle informazioni in modo che vengano assorbite dal cervello. Infine, si devono applicare le informazioni a situazioni più complesse, rispondendo a domande a quiz, domande pratiche, applicazioni cliniche e altro ancora.

Ogni studente inizierà prima o poi a sviluppare il proprio metodo di studio, sebbene ci siano alcuni passaggi sempre ricorrenti. Per esempio, è bene iniziare trovare il quadro generale, guardando il materiale prima della lezione in programma, per identificare quattro o cinque argomenti principali. Quindi, si può pensare di creare una bozza del materiale sulla base delle slide del docente: le note potranno aiutare a sottolineare il contesto nel libro di testo.

Si passa poi a creare liste o diagrammi che aiutano a organizzare il materiale necessario (questo approccio può aiutare a sottolineare i modelli che facilitano la memorizzazione) e poi a memorizzare in maniera attiva il materiale attraverso liste e diagrammi: è importante essere in grado di incorporare le informazioni in modo rapido ed efficiente.

Chiudiamo infine con qualche semplice consiglio di revisione per i nuovi studenti di medicina:

  • suddividete i programmi di studio in segmenti da 20 a 30 minuti;
  • creare un orario di studio e attenetevi ad esso;
  • conservate gli argomenti più difficili per la mattina;
  • create note colorate e mappe mentali;
  • trovate vecchi esami e verificateli;
  • dormite a lungo;
  • imparate a parlare con sicurezza il linguaggio dell’esame.

In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi