Come preparare un esame di medicina

Preparare un esame di medicina può essere molto difficile ma… seguendo alcune semplici indicazioni, è possibile migliorare il proprio approccio allo studio e, dunque, potenziare le possibilità che si possa arrivare a una preparazione infallibile per prendere 30 e lode! Ma come fare?

In primo luogo, è bene “pre-leggere” il materiale. Durante le lezioni, i professori di solito rivelano gli argomenti che tratteranno durante la lezione successiva. È importante leggere l’argomento in anticipo. Se non si ha molto tempo, almeno si dovrebbe dare un’occhiata al libro di testo. Sarete sorpresi di come la pre-lettura possa essere in grado di aiutarvi a sfruttare al meglio ogni lezione!

Il secondo consiglio è quello di non distrarsi. Grazie alla tecnologia che ci circonda, infatti, oggi tutti hanno accesso a distrazioni immediate. Durante le lezioni, è però fondamentale rimanere concentrati e stare lontani dal web! Non ha senso rimanere in classe se non si presta attenzione. Se avete difficoltà di concentrazione, prendete appunti e fate domande. Ascoltate le cose che vengono ripetute più spesso, perché probabilmente è ciò che vi verrà chiesto durante l’esame.

Il terzo spunto che vogliamo condividere è quello di andare a casa e rivedere il materiale di studio. Invece di studiare ore e ore prima dell’esame, prendetevi il tempo di rivedere i vostri appunti dalla classe dopo ogni lezione. Sarete sorpresi di quante informazioni sapete già quando vi sedete a studiare per i vostri esami. Fate grafici, note, appunti, flash card e quiz. Indipendentemente da come si decide di studiare, avere qualcosa di tangibile è un ottimo modo per memorizzare e comprendere il materiale di studio. Pochi minuti prima dell’esame, tirate fuori le tue schede flash o appunti e rivedeteli molto velocemente.

Infine, iniziate a studiare per l’esame il prima possibile. Prima si inizia a studiare, meglio è. Controllate gli appunti per assorbire meglio gli argomenti, e poi organizzate in maniera tale che non dobbiate arrivare nelle giornate precedenti l’esame in una condizione di eccessivo affanno. Pianificate dunque un percorso di studio coerente, che possa prevedere delle simulazioni di esame a distanza di diversi giorni, da soli o con i vostri colleghi di studio.

E, come ultimissimo suggerimento, non dimenticate di rilassarvi: non c’è nemico più tenace per il vostro studio dello stress e delle tensioni. Pertanto, abbiate cura di procedere con la giusta calma e gradualità, e i buoni risultati non tarderanno certamente ad arrivare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi