Abolire il numero chiuso: voi che ne pensate?

lingueAbolire il numero chiuso è giusto o sbagliato? A fronte di tantissimi supporter del numero chiuso, vi sono tantissimi detrattori di questo sistema. Di rilievo, negli ultimi giorni, leggere il commento in tema di Stefano Feltri, su Il Fatto Quotidiano, che riassume in modo piuttosto compiuto i pro e i contro a tale scenario.

Qualche esempio? In favore del numero chiuso ci sono sicuramente ottimi elementi. I difensori di questo sistema ricordano ad esempio come spendere miliardi per permettere a chiunque di “provarci” non sarebbe corretto. Le tasse universitarie sono relativamente basse, specialmente se confrontate a quelle mediamente applicate negli altri Paesi europei ed extra europei, e pesano molto su chi ha redditi medio bassi, e medio da chi viene invece da famiglie agiate.

Di contro, ci sono tantissimi opinionisti in favore dell’apertura complessiva: visto che gli studi sono pagati solamente in parte dalle rette universitarie pagate dagli studenti – o dalle loro famiglie – e per il resto dalla c.d. “fiscalità generale”, l’equità sarebbe garantita dalla progressività delle tasse.

In questo contesto, Feltri si dichiara in favore dell’abolizione del numero chiuso per due ragioni. La prima che è lo Stato deve necessariamente investire sulla “produzione” di professionisti come medici, architetti, dentisti, economisti e altre categorie, facendo possibilmente una previsione ragionevole di quanto l’economia riuscirà ad assorbirne. Probabilmente, ricorda il giornalista, se giurisprudenza fosse stata a numero chiuso, oggi ci sarebbero meno con redditi insufficienti. Di contro, nelle facoltà a numero chiuso lavorano quasi tutti: a cinque anni dalla laurea, risulta occupato il 94 per cento dei medici, contro il 66 per cento dei laureati in materie letterarie.

Il secondo punto a favore dell’abolizione del numero chiuso, è l’evidente dubbio se gli esami siano un modo più equo di selezionare gli studenti rispetto a un test di ingresso che restringe alla base la platea.

Insomma, tanti dubbi, tante opinioni, e nessuna certezza: impossibile dire se il numero chiuso sia o meno meglio della facoltà completamente aperta. E allora? Lo domandiamo a voi: sulla base della vostra esperienza universitaria, e non solo, siete concordi o meno con le facoltà a numero chiuso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi