21 set

Università di Torino: alla Facoltà di Medicina “ripescati” gli esclusi dai test

UniTO - Al San Luigi un progetto innovativo per preparare al meglio gli studenti esclusi ai quiz 2013

Università di Torino: alla Facoltà di Medicina “ripescati” gli esclusi dai test

Una nuova iniziativa per gli studenti che non hanno superato i test d’ammissione alla Facoltà di Medicina dell’Università di Torino. Il “San Luigi” infatti ha lanciato un progetto sperimentale: ha creato una sorta di secondo corso di Medicina, parallelo a quello ufficiale, per dare la possibilità ai ragazzi che non hanno superato il test, in qualche modo, di recuperare.

I 90 ragazzi  o che per 0,25 o 0,50 punti hanno visto sfumare il loro sogno e o che invece non hanno scelto la sede dove andare e quindi si sono visti annullare il test nonostante l’avessero passato, dall’8 ottobre potranno iscriversi a buona parte del corso di studi del primo anno accademico che comprende le materie del test di ingresso. Dopodiché se l’anno prossimo riuciranno a passare i quiz di accesso, verranno loro riconosciuti sia il numero degli esami affrontati sia i crediti acquisiti.

Piermaria Furlan, Preside della Facoltà di Medicina e chirurgia del San Luigi Gonzaga è entusiasta di questo progetto sperimentale ma innovativo “che dà un’opportunità a questi ragazzi di frequentare gli studi di medicina e vederne riconosciuti esami e crediti affinché si preparino al meglio per superare il test del prossimo anno. È stata creata questa seconda chance per questi 90 studenti per evitare la dispersione di chi aveva riposto tutte le speranze in quelle domande. In questo modo si evita di far iscrivere questi studenti ad altre facoltà e gli si da la possibilità di prepararsi al meglio per i test dell’anno prossimo”.

Una grossa mano tesa agli studenti esclusi dai test in vista del test del 2013 dal San Luigi Gonzaga di Torino che però è ancora in attesa del “sì” da parte del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo che ne sta analizzando l’attuabilità. 

[ 21/09/2012 - Marilù Cervone ]

Uni Flash

Tecnologia

Uniblogger